In caso di istallazione di sistemi di videosorveglianza e di geolocalizzazione che riprendano o possano controllare a distanza i lavoratori anche occasionalmente – oltre a fornire idonea informativa agli stessi – è necessario avanzare prima un’istanza alla Direzione Territoriale del Lavoro per il rilascio dell’autorizzazione preventiva.

Chi non ottempera a tale prescrizione rischia una ammenda da € 154 a € 1.549 o l’arresto da 15 giorni ad un anno (art. 38 della Legge n. 300/1970), salvo che il fatto non costituisca reato più grave.

Chiunque installi un sistema di videosorveglianza deve altresì provvedere a segnalarne la presenza, facendo in modo che qualunque soggetto si avvicini all’area interessata dalle riprese sia avvisato della presenza di telecamere.

La segnalazione deve essere effettuata tramite appositi cartelli, collocati a ridosso dell’area interessata, ed in modo tale che risultino chiaramente visibili.

Lo studio è in grado di seguire professionisti e aziende per tutta la procedura. Per informazioni e per fissare un appuntamento chiamaci allo 030.6378729.

 

Telecamera in ufficio

Telecamera in ufficio

Lascia un commento