Il nostro studio legale ha recentemente ottenuto, dal Tribunale per i Minorenni di Brescia, un provvedimento di notevole significato: l’autorizzazione all’accesso dei dati identificativi della madre biologica.
Il giudice ha emesso un provvedimento a favore del nostro assistito, concedendo la possibilità di VEDERE RINTRACCIATA LA MADRE CHE ALLA NASCITA AVEVA DICHIARATO L’ANONIMATO.

Dopo la presentazione della nostra istanza di accesso alle origini, ai sensi dell’art. 28 comma 5 L. 184/1983, il Tribunale per i Minorenni di Brescia ha autorizzato il ricorrente all’accesso dei dati identificativi della madre biologica, consolidando così un orientamento da parte del Tribunale di Brescia, ormai cristallizzato, relativo ad una tematica di grande sensibilità.

La procedura prevede che, a seguito del deposito del ricorso, dopo lunghe indagini volte a comprendere l’attuale assetto familiare e sociale della madre biologica, quest’ultima venga interpellata in assoluta riservatezza e informata del suo nuovo diritto, cioè quello di POTER REVOCARE L’ANONIMATO DICHIARATO AL MOMENTO DEL PARTO.

Nel caso specifico si rileva come non sia stato possibile interpellare la donna, poiché dalle indagini è risultata deceduta, ma il giudice ha comunque autorizzato il figlio ricorrente ad accedere agli atti rivelando, così, le generalità della madre biologica.

Studio Legale Girelli ha decennale esperienza in materia di adozione e riconoscimento legale delle proprie origini.
Contattaci, saremo liete di ascoltare il tuo caso!

Studio Legale Girelli
Via Gambara 42 (vicinanze Palagiustizia)
25122 – Brescia

030.6378729
331.796.2798 Avv. Sara Girelli
334.899.4474 Avv. Laura Girelli

info@girellistudiolegale.it
www.girellistudiolegale.it

Lascia un commento